sabato 24 novembre 2007

falso pacifismo

Ogni volta che c'è un attentato in Afghanistan e muore un italiano, Diliberto fa la solita dichiarazione. "Ritiriamoci dall'Afghanistan", poi organizzano una manifestazione sui diritti umani!
Diliberto puoi almeno aspettare 10 minuti dall'attentato, prima di fare queste dichiarazioni?
Questo per me è solo falso pacifismo, il pacifismo dell'indifferenza.

Questi solo i reati dei talebani in quella terra.
  • Amputazione delle mani per i ladri.
  • Esecuzioni pubbliche
  • Fucilazione di prostitute negli stadi sportivi
  • Fucilazione di assassini da parte dei parenti delle vittime negli stadi sportivi
  • Impiccagione o sgozzamento dei rapinatori, negli stati sportivi
  • Lapidazione di adultere
  • Crollo di muri addosso agli omosessuali
  • Distruzione di antiche statue Buddhiste, prima dell'11 settembre 2001
  • Su consiglio degli anziani della comunità indù, che venivano solitamente disturbati dalla polizia che pensava fossero musulmani che si erano rasati la barba, il 22 maggio 2001, i talebani emisero un ordine secondo il quale gli indù e gli altri non-musulmani dovevano indossare un simbolo di riconoscimento giallo. Questa norma venne sostituita nel giugno dello stesso anno, con un ordine per cui gli indù dovevano avere uno speciale documento di identità.
  • Gli uomini musulmani venivano picchiati o imprigionati se si radevano o tagliavano eccessivamente la barba
  • Alle donne non era permesso indossare collant o scarpe aperte, ne di indossare scarpe che facessero rumore quando camminavano
  • Le donne subivano punizioni fisiche se mostravano il volto in pubblico
  • Le case in cui abitavano donne dovevano avere le finestre che davano sulla strada dipinte, così che la gente non fosse in grado di guardare dentro.

30 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì, vabbeh, ma son tutte balle. Quando nel 2002 arrivarono i giornalisti occidentali, non si trovò un solo testimone per nessuno di questi presunti reati, con l'eccezione della distruzione delle statue di Buddha, riguardo alle quali è circolato un confuso video, comunque tutto da provare, visto che la cinematografia americana dispone di risorse ben più ampie di quelle richieste a far finta che siano crollati due pezzi di coccio.

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Ind%C3%B9#L.27induismo_nel_mondo

Giusto a titolo di esempio, mi pare difficile che la comunità indù dell'Afghanistan venisse molestata dai Talebani; forse i Talebani (se sono mai esistiti) lo avrebbero anche fatto, ma purtroppo in Afghanistan non ci sono indù.

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Io dissento da ciò che dici, compare anonimo. Forse è vero che non ho uno straccio di prova riguardo a ciò che dice il blog, ma nemmeno tu le hai per provare ciò che dici.
E l'assenza di prove non è una prova suffciente.
Sei troppo precipitoso ad avanzare simili opinioni sulle atrocità dei talebani.

Anonimo ha detto...

Ma scusa, che straccio di prova? In Afghanistan NON esistono indù, quindi NON potevano essere perseguitati dai Talebani. Facile.

Per il resto, una troupe della BBC si è recata in Afghanistan a seguito della guerra, alla ricerca delle donne a cui erano state strappate le unghie per averle laccate (robe che echeggiano di anatemi da guerra fredda, come i russi che mangiano i bambini); beh, quando hanno chiesto in giro, gli afghani gli han riso in faccia e gli han risposto: "Ma chi vi dice stè cazzate?".

Ricordiamo poi che la detenzione e tortura di uomini di religione diversa da quella cristiana sono da sempre prassi abituale negli Stati Uniti d'America; e facciamo notare come buona parte dei crimini per i quali l'Afghanistan è stato invaso, se per l'Afghanistan sono probabilmente balle, sono invece abbondantemente documentati per Arabia Saudita, Yemen, Qatar, Kuwait, e altre teocrazie, tuttavia alleate e partner commerciali degli Stati Uniti, e quindi non invase; teocrazie poi caratterizzate da un'altra bizzarra particolarità, nella fattispecie: sauditi, egiziani, yemeniti erano presenti a bordo dei voli dell'11 settembre (sempre ammettendo, di nuovo, che siano mai esistiti i voli dell'11 settembre); iracheni e afghani, neanche uno.

A ben risentirci.

Anonimo ha detto...

E io dissento comunque. Va bene, non ci sono gli indù nel paese, è vero...ma i due Buddha? Che fine hanno fatto?
E poi i voli dell'11 settembre esistono davvero, o meglio sono accaduti.
Alcuni miei parenti erano lì, hanno visto, mi hanno raccontato.
Fortunati loro ad essere stati ricoperti di polvere e qualche graffio. Poi basta.
E poi ci sono i video.
Inoltre, che fine hanno fatto le Torri Gemelle, se non sono mai esistiti i voli dell'11 settembre?
Demolite? Volatilizzate con un numero di magia?
Siamo seri, insomma.

The Last Kaiser ha detto...

Falso pacifismo o no queste cazzo di missioni devono finire!!! Portano solo morti inutili e spese maggiori per lo stato....Prima di tutto penserei a risolvere i problemi interni qui in Italia come ad esempio eliminare la mafia, la camorra.... Per quanto riguarda le dichiarazioni di Dilberto non mi sorprendono, perchè è uno dei tantissimi politici che fanno politica solo per i soldi e non hanno un minimo di coerenza e ideali.

Anonimo ha detto...

Uh, le Torri Gemelle, auto-abbattute, con cariche programmate, come la Roma di Nerone e il Reichstag di Hitler.

Anonimo ha detto...

Sì, va bene così, continua a dare ascolto ai complottistismi campati in aria, compare anonimo...
ah...le mucche volano...Berluska è solo un onesto imprenditore...Ferrara è dimagrito...i cerchi nei campi di grano sono di origine aliena...etc, etc...

Anonimo ha detto...

Il dato di fatto è che, finora, a cacciar balle sei te. Non ci sono indù in Afghanistan. Nessuna donna ha subito l'asportazione delle unghie perchè le aveva laccate.

E già che ci siamo, trovami un solo stadio sportivo in Afghanistan, perchè vorrei capire chi è che va in giro a costruirne, in un posto in cui mancano gli acquedotti.

Anonimo ha detto...

Sì, va bene che non ci sono indù in Afghanistan, ma sono le stesse donne afghane ad aver raccontato dei crimini dei talebani.
Per lo stadio, quelli ci sono in tutti i paesi del mondo, persino nei più poveri, fosse anche grande come il campetto della parrocchia. Non è necessario trovare un San Siro per forza.
E poi i complottismi del tipo "Bush ha distrutto le Torri Gemelle, nessun aereo sul pentagono"...sono tutte idee campate in aria, tante ipotesi e zero prove. Solo astruse costruzioni ipotetiche e fantasticherie buone al massimo per i libri di Tom Clancy.

Anonimo ha detto...

Beh, allora amen.

Tutti gli assassini son benedetti, quindi. :)

Anonimo ha detto...

Non voglio benedire gli assassini. Bush non è meglio dei talebani, di Castro, o di qualsiasi altro criminale con un po di potere.
è ovvio che la guerra l'ha fatta per il petrolio, si è fregato di qualsiasi norma ONU sull'aggredire un altro paese, etc...ma purtroppo i talebani erano e sono davvero "orchi cattivi" (come i soldati americani che torturano i prigionieri) e sono riusciti a fare qualcosa di tanto eclatante come tirare giù le Torri Gemelle e quasi il Pentagono (le voci che lì non siano caduti aerei sono voci -correlate di filmati fasulli sul serio- messe in giro dai militari stessi: d'altro canto, chi ammetterebbe che un nemico ha colpito il cuore della propria difesa?)

Anonimo ha detto...

Beh, beata innocenza, che vi posso dire? Sono felice di sapere che ancora qualcuno conserva nel proprio cuore un'oasi di fanciullezza e innocenza, e non riesce ad ammettere che un governo è capace, a sangue freddo, di ammazzarsi cinquemila compatrioti per qualche goccia di petrolio.

Vorrei avere la vostra purezza, ingenuità e limpidezza, ma purtroppo so come funziona il mondo, e come funzionano i cuori degli uomini.

Anonimo ha detto...

Ne dubito.

Anonimo ha detto...

Dovresti dubitare di quel che scrivono i giornali, piuttosto. :D

Stefano ha detto...

Anonimi (-tutti e due- nemmeno il garbo di presentarvi avete avuto), avete presente il concetto "bambinoni"? O "il pallone è mio e tu non giochi più"? Ecco, mi sembrate esattamente questo tipo di persone. Prima di tutto chiuse mentalmente, perchè ciascuno presenta una propria tesi di cui è ASSOLUTAMENTE sicuro. A nessuno dei 2 è saltato in testa di avere torto? Nessuno dei due mi sembra portato a dubitare di avere ragione. Non vi sfiora il sospetto di poter sbagliare? Siete entrambi infallibili? Mi compiaccio che stiate lì a spaccare il capello su una cosa che nessun governo verrebbe a dire a voi manco sotto minaccia nucleare.
Anonimo 1: se sai come funziona il cuore degli uomini, sappi che nessuno sa mai tutto. Impossibile per una persona sola avere il quadro completo della situazione. E poi "il cuore degli uomini" è un'affermazione generalista: tutti gli uomini? Voglio dire: metti sullo stesso piano i medici di Emergency e i capoccia del petrolio? Non si può avere la presunzione di conoscere così bene l'anima: solo dicendolo si fa già uno sbaglio.
Anonimo 2: se possibile, sei ancora più cocciuto del tuo omonimo num.1. Sei proprio sicuro che i voli dell'11 settembre non siano stati "pilotati" dal governo americano per avere una buona scusa per fare la guerra? Non scordarti che Bush è un ex alcolista, maniaco religioso nonchè guerrafondaio. Uno così, quando si mette in testa di sparare, non aspetta l'occasione buona, ma è capacissimo di crearla. Naturalmente lascio spazio al dubbio per ciascuna delle vostre ipotesi.
L'unico commento intelligente in mezzo al vostro battibeccare da polli l'ha fatto Last Kaiser: via dalla guerra. Noi non siamo gli USA. Non abbiamo i soldi per poter portare "democrazia" in altri paesi. Un conto sono le missioni ONU, un conto queste guerre disumane.

PS: Cari Anonimi, se mai si saprà la verità e una delle vostre tesi (o entrambe?) risultasse sbagliata, spero che sappiate ammetterlo con gli altri e con voi stessi.

Vi saluto.

Anonimo ha detto...

Sei più anonimo tu di me, qualunquista del cazzo. Torna a farti inculare dai preti.

Stefano ha detto...

Mi compiaccio di come sapete affrontare le opinioni diverse dalle vostre, o più in generale le critiche. Indica grande maturità interiore.

Anonimo ha detto...

Ma che critica e critica, togliti dal cazzo e torna dal parroco, pappagalletto. Tutti a ripeter Vulgatae giornalistiche, e blah, blah, blah.

Stefano ha detto...

Non so quale dei due anonimi tu sia (il num.1, credo), ma vedo bene che con dei celenterati è impossibile ragionare come si conviene fra persone civili.
Detto questo, cordiali saluti (anche se dei celenterati non sanno che farsene dei miei saluti, cordiali o meno).

-Per la cronaca: Io non ho minimamente accennato ne ripetuto fatti riportati dai giornalisti, vi ho solo invitato a rispettare ciascuno le ipotesi dell'altro. Ma a quanto sembra a voi tutto questo è sfuggito.-

-Voi non siete nessuno per darmi ordini. Solo degli anonimi che si divertono (male) a rivolgersi in maniera poco educata a quanti hanno un'opinione diversa dalla loro. Mi dispiace solo di non potervi vedere in faccia. Allora lì si vedrebbe se siete celenterati senza spina dorsale come sembrate, o persone serie che hanno il coraggio DAVVERO di dire ciò che pensano.-

Anonimo ha detto...

Le solite stronzate da qualunquista cibernetico, cucciolo. Non avete una cazzo di idea o opinione, e vi divertite a spiegare agli altri come devono esprimere le loro; come se un paguro volesse dar lezioni sulle vertebre.

stefano ha detto...

Tu non preoccuparti delle mie idee o opinioni, impara solo a rispettare quelle degli altri.

Anonimo ha detto...

Manco morto. Se gli altri hanno idee cretine, ignoranti o infami, io non le rispetto. Io non rispetto le idee di fascisti, guerrafondai, servi e qualunquisti. Tu rientri in tutte le categorie soprastanti, quindi sei quadruplicemente disprezzato, vermiciattolo.

Il parroco come sta? La sua poderosa mazza è ancora vigorosa?

stefano ha detto...

Se lo dici tu...nemmeno io rispetto le 4 categorie da te citate, ne vi rientro. Comunque vedo bene che con te è impossibile ragionare in maniera civile, e con questo chiudo il discorso.ù

-Vorrei inoltre farti presente che con i tuoi modi ed il tuo intercalare, unito al tuo sprezzo delle idee altrui (non ho letto qui un solo commento a favore della guerra o altro), sei più fascista e qualunquista tu di chiunque altro.-

Anonimo ha detto...

ma la fate finita, nn avete niente di meglio da fa che botta e risposta fra tutti?

Anonimo ha detto...

Non avete idee da proporre. Non ho rispetto delle opinioni altrui perchè nessuna opinione è stata espressa.

Anonimo ha detto...

bè insomma, se uno dice ke secondo lui le torri gemelle l'ha tirate giù bin laden, dice la sua opinione (che si è formato in un modo o nel'altro) ma l'opinione cè (poi se è sbagliata o no è un altra cosa.)
l'opinione merita rispetto quando non si dicono cazzate serie tipo w il fascio-la guerra o so tanto io.
qui nessuno ha detto questo o io ho letto male.

Anonimo ha detto...

Le opinioni NON meritano rispetto. E' per questo che voi in Italia non avete l'ombra di una democrazia. Rispettare le opinioni è ipocrisia.

Nessuno rispetta le opinioni degli altri, ma devi fingere di farlo, sennò sembri scorretto; ma non sono forse ipocrisia e scorrettezza finzioni?

Le opinioni NON si rispettano; si disprezzano e si deridono e si odiano, perchè l'alternativa è deridere e disprezzare chi le esprime, tanto più quando tali opinioni sono marchiate di infamia, come qualunque voce che ritenga anche solo lontanamente ammissibile, e per di più "umanitaria", al colmo del sarcasmo macabro, una guerra.

Voi non avete idea di cosa sia la democrazia.

Anonimo ha detto...

ma qui nessuno si è detto favorevole alla guerra ne a detto altre sciocchezze simili.
ci sn opinioni e opinioni. te ti confondi. se uno dice "sn favorevole alla guerra"(x esempio) non esprime un'opinione, dice una cazzata, un'aberrazione, una bestialità...chiamala cm ti pare ma quella non è un'opinione. se uno dice invece (sempre x esempio) "sn favorevole alla legalizzazione della droga", ecco quella è un'opinione su cui si può ragionare e dialogare ciascuno esponendo le sue ragioni. le opinioni(meritevoli) si rispettano, si criticano magari ma sempre nellambito della buona educazione e della civiltà. sn frasi fatte ma vere. poi o che ti devo dire, se sei così sicuro ti do ragione, tanto te sai tutto e la ragione se nn ce l'hai la vuoi. inutile continuare qui così...se sei tanto bravo candidati.
io vo a perdere tempo da un'altra parte.